Prima di me perché dopo di me

Certo sarebbe un evento da ricordare (un memoriale)e non solo un rito da celebrare, se ora, quasi come un gioco ci ritrovassimo, almeno per un momento sulle rive di quel fiume Giordano e con il nostro cuore colmo di dubbi, interrogativi, domande in attesa di risposte, e tanto altro.....

ci lasciassimo per un momento "stregare" dalle parole di chi ci invita a "guardare oltre la siepe" fissando il nostro sguardo, là dove, come afferma il poeta "m'è dolce naufragare" .

o .....per accorgerci che anche adesso, qui, in questo momento c'è "Qualcuno che misteriosamente ci passa accanto, ci viene incontro con lo stesso calore e candore di una vita appena nata, con l'infinito desiderio di essere solo abbracciata.

o

Una vita che è :

come una sorgente di acqua limpida

o come raggio di sole che buca le nubi ed è già cielo aperto

Sarebbe un bel momento questo se ci lasciassimo, come quando eravamo ragazzi di una volta, rapire da quelle cose che ancora ci abitano il cuore e che alle volte sono come paralizzate da quella strana impressione che spesso ci blocca la vita : la paura, il sospetto, la rabbia, il rancore, la delusione, il fallimento, il desiderio di non so che......

...il tutto condito da quella maledetta tentazione di eliminare, escludere...mettere da parte....

  • Alle volte ho come l'impressione, che tanti di noi adulti di questo "strano tempo" che ci cerca con fatica, sembriamo come bambini appena usciti dal grembo materno i quali strillano ed urlano forse solo per il gusto di sapere se veramente ci sono due braccia che siano capaci di stringerci e di sostenere quel "coraggio di vivere che qualche volta non c'è".

A tutti questi adulti, compresi anche quelli che agli adulti guardano per trovare il coraggio della vita, cioè i giovani, i ragazzi, diciamo:

  • Ecco ora queste braccia,

o ecco ora questa Vita che passa e ti riempie le vene diventando "carne e sangue della tua carne e del tuo sangue".

  • Egli ora è qui Presenza che è Parola che rigenera
  • Corpo che rianima
  • E per questo diventa "colui che togli il peccato del mondo":

o Qual è questo peccato?

Vedere tutto come se fosse "parte di una discarica" (Monnezza.......pattumiera..... roba da cestinare"

Ed è per rompere questo "malefico incantesimo" che il profeto ci ha suggerito

  • Il signore mi ha detto.....mio servo tu sei
  • Tu .......che io ho plasmato.......
  • per ricondurre/riunire

o Tu che io ho stimato degno...

  • E' troppo poco che tu sia......
  • Io voglio renderti" Luce delle nazioni". (Non solo per qualcuno......ma per tutti)
  • Una creatura capace di portare la salvezza:
  • La salvezza di che cosa?

E da che cosa?

Forse una immagine ci può aiutare.

  • La luce mi piace pensarla un immagine di "qualcosa che è fatta da tante altre cose"
  • Essa è fatta fatto di altri: i colori
  • E' fatta con altri :
  • E' fatta per altri : mette in evidenza non se stessa ma "altri...."

Tutto l'uomo e tutti gli uomini......

o Essere santi insieme

Colui che è dopo di me è passato avanti a me perché era prima di me

  • Io prima di te
  • Vivi con coraggio
  • Vivi bene poiché "tu sei l'unica cosa che mi fa desiderare di svegliarmi (la Resurrezione)